Valagro

01 02 03 04 05 06 07 08 09Valagro

Concorso di progettazione in due fasi su invito

Chieti 2013

Progetto Finalista 

fase finale sospesa

 

Arch. Mauro Mancini

Arch. Michele Romoli

Arch. Daniela Belleggia

Arch. Guido Graziani

Arch. Alessandro Perini

progettisti

 

Arch. Dayla Riera

Arch. Jonathan Sileoni

collaboratori

 

Ing. Francesco Ercolani

(strutture)

Arch. Francesca Olivieri

(consulenza applicazione del verde)

Geotermia Marche

(geotermia e rinnovabili)

New Energy Impianti

(impiantistica e domotica)

consulenze

 


Il progetto di restyling della sede dalla Valagro redatto per la fase concorsuale definisce un’idea integrale di sede aziendale  in cui le volumetrie e gli spazi in esse contenuti garantiscono una pluralità di aspetti qualitativi, in continuità con la proposta concettuale della prima fase di concorso.

Il progetto promuove le esigenze di  rappresentatività, riconoscibilità, funzionalità, qualità spaziale e confort ambientale, congiuntamente con i principi dell’efficienza energetica e della promozione di un virtuosismo  che guarda alla sostenibilità come elemento cardine su cui si determinano le scelte ed il percorso futuro .

L’evoluzione e l’esplorazione attuata nell’indagine progettuale individua nel protocollo di certificazione energetica ed ambientale “Work &Life” dell’Agenzia Casa Clima il filo conduttore per raccogliere ed analizzare le diverse componenti che concorrono a determinare l’impianto  architettonico complessivo.

Tale scelta, di cui vi sono i riferimenti nell’area YY, permette di avere un quadro integrale delle molteplici azioni da adottare  per favorire un progetto di ampliamento e riqualificazione con caratteri estetici di rappresentatività e riconoscibilità, insiti anche nel processo e di crescita temporale dell’azienda, all’interno del quale si pronuncia anche una forte connotazione ambientale e di efficienza di sistema.

Il protocollo è divenuto la cartina di tornasole che ha permesso di testare  l’adeguatezza delle forme e delle geometrie scelte: rispondenti all’integrazione dei materiali prevalentemente naturali, ad eccezione di quanto impiegabile nelle zone interrate, all’esterno; di facile integrazione con il verde; rispondenti  alla definizione di schemi  e  scelte funzionali atte ad adempiere al quadro delle esigenze espressi dalla committenza.

 

Protocollo Work &Life

Le tre macro aree di valutazione fungono da linee guida per lo sviluppo del progetto, mediante l’applicazione di più criteri di azione, necessari ed utili al conseguimento di un intervento complessivo di qualità in cui il sistema degli edifici e delle unità operative garantiscono il raggiungimento dei requisiti fissati e delle esigenze espresse. Le tre macro aree si dividono in sotto aree di valutazione in cui sono contenuti i criteri che sono diventati parametro di scelta e valutazione.

Valagro ultima modifica: 2013-06-23T13:07:34+00:00 da studiocrea